SUPERBONUS 110%: Tutti i DECRETI e le ISTRUZIONI

Caricamento in Corso

SUPERBONUS 110%: Tutti i DECRETI e le ISTRUZIONI


SUPERBONUS 110% Legge 17 luglio 2020 n.77 Conversione del DL Rilancio, 19 maggio 2020 n. 34

Il presente articolo viene redatto utilizzando le fonti ufficiali come segue:

Legge 17 luglio 2020 n.77 conversione del DL Rilancio, 19 maggio 2020 n. 34 https://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2020/07/18/180/so/25/sg/pdf

Decreto MISE, MEF, MATTM, MIT – Efficienza Energetica -Requisiti Ecobonus (Requisiti Tecnici) https://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/energia/superbonus-110

Decreto MISE – Asseverazioni

https://www.mise.gov.it/index.php/it/per-i-media/notizie/it/198-notizie-stampa/2041355-superbonus-esismabonus-al-110-firmato-il-decreto-asseverazioni

Il SUPERBONUS 110% spetta per le spese sostenute relative agli interventi effettuati su:

Condominio per le parti comuni dell'edificio;

Unità immobiliare situata all'interno di edifici plurifamiliari, che sia funzionalmente indipendente e disponga di uno o più accessi autonomi dall'esterno.

Edificio composto da una unità immobiliare

• Edificio composto da due a otto unità immobiliari

Edificio composto da più di otto unità immobiliari

Sono esclusi gli immobili rientranti nelle categorie catastali A/1, A/8, A/9 (abitazioni tipo signorile, ville, castelli, palazzi con pregi artistici storici).

 

CHI PUÒ USUFRUIRE del SUPERBONUS 110%

  1. Condomini;
  2. Persone fisiche proprietarie di immobili (*) al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni in relazione agli interventi realizzati sui condomini e sulle singole unità immobiliari.
  3. Istituti autonomi case popolari (Iacp) e gli enti con le stesse finalità sociali degli Iacp per interventi realizzati su immobili di loro proprietà, gestiti per conto dei Comuni e adibiti a edilizia residenziale pubblica. Questi beneficiano di un extra time di sei mesi: fino al 30 giugno 2021.
  4. Cooperative di abitazione a proprietà indivisa per interventi realizzati sugli immobili di loro proprietà e assegnati ai propri soci.
  5. Enti del Terzo Settore: Onlus, Organizzazioni non lucrative di utilità sociale, Organizzazioni di volontariato, Associazioni di promozione sociale;
  6. Associazioni e Società sportive dilettantistiche, limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi.
  7. Le Comunità Energetiche fino a 200 kW:
  • Per impianti con potenza fino a 20 kW, si applica il bonus 110% sulla spesa sostenuta per la realizzazione dell'impianto.
  • Per la quota di spesa riferita alla potenza eccedente, spetta la detrazione del 50% delle spese con il limite massimo di spesa di 96.000,00 €, riferito all'intero impianto.

(*) I Soggetti beneficiari possono beneficiare delle detrazioni per gli interventi realizzati su un numero massimo di due unità immobiliari, fermo restando il riconoscimento delle detrazioni per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell'edificio.

 

PERIODO di VALIDITÀ del SUPERBONUS 110%

La detrazione si applica nella misura del 110% per le spese documentate e rimaste a carico del contribuente, sostenute nel periodo dal 1° luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021, da ripartire in cinque quote annuali di pari importo. Per il soggetto IACP, il periodo di validità è esteso fino al 30 giugno 2022.

 

MODALITÀ DI ACCESSO al SUPERBONUS 110%

Sono previste tre modalità di accesso al Superbonus:

  1.  Utilizzo diretto (in ragione della 'capienza' dell'imposta lorda che il Soggetto versa come IRPEF). Il beneficiario paga il fornitore e mantiene la titolarità della detrazione fiscale al 110% delle spese sostenute, da fruire direttamente in 5 quote di pari importo, nei 5 anni successivi.
  2. Cessione del Credito. Il beneficiario paga il fornitore cedendo il credito d'imposta corrispondente alla detrazione di cui ha titolo, con facoltà di successiva cessione ad altri soggetti, ivi inclusi gli istituti di credito e altri intermediari finanziari. In questo modo la detrazione fiscale del beneficiario si trasforma in credito d'imposta per terzi.
  3. Sconto in fattura. Il beneficiario ottiene uno sconto sul valore del corrispettivo dovuto, fino ad un importo massimo pari al corrispettivo stesso, quale anticipo del fornitore che ha effettuato gli interventi. Il fornitore lo recupera sotto forma di credito d'imposta pari alla detrazione, con facoltà di successiva cessione ad altri soggetti, ivi inclusi gli istituti di credito e altri intermediari finanziari.

 

QUALI SONO GLI INTERVENTI 'trainanti'

Per accedere ai benefici del Superbonus occorre realizzare almeno uno dei seguenti interventi, detti 'trainanti':

1. isolamento termico a cappotto per almeno il 25% della superficie disperdente (*)

2. sostituzione impianto riscaldamento con pompa di calore centralizzata ad alta efficienza (*)

3. riqualificazione antisismica.

(*) Gli interventi di riqualificazione energetica devono ottenere il miglioramento di almeno due classi energetiche dell'edificio, o comunque il raggiungimento della classe energetica più alta.

Il Superbonus si applica anche a tutti gli alti interventi di efficienza energetica, nei limiti di spesa per ciascun intervento, a condizione che essi siano eseguiti congiuntamente ad almeno uno degli interventi 'trainanti'.

Effettuando almeno uno dei tre interventi 'trainanti' di cui sopra, il proprietario può accedere anche al Superbonus per gli interventi 'trainati' se effettuati congiuntamente, nei limiti di spesa previsti, per ciascun intervento di efficienza energetica, dalla legislazione vigente:

  • Serramenti (finestre + infissi)
  • caldaie a condensazione
  • scaldacqua a pompa di calore
  • solare termico
  • frangisole
  • domotica

Effettuando almeno uno dei tre interventi 'trainanti' di cui sopra, il proprietario può accedere anche alla detrazione al 110% per gli interventi 'trainati' di ristrutturazione edilizia previsti dal DPR 6 giugno 2001 n. 380 Art. 3 Comma 1 Lettere d), e), f) (*):

  • ristrutturazione edilizia
  • ristrutturazione urbana
  • nuova edificazione

(**) se in uno dei tre casi di ristrutturazione si realizza un impianto fotovoltaico il limite di spesa riconosciuto ammonta a 1.600 euro per ogni kW di potenza nominale.

Effettuando almeno uno dei tre interventi 'trainanti' di cui sopra, il proprietario può accedere anche al Superbonus per gli interventi 'trainati':

  • impianti fotovoltaici, fino a una spesa di 48.000 € (2.400 €/kW; 1.600 €/kW (**))
  • sistemi di accumulo correlati agli impianti fotovoltaici (1.000 €/kWh)
  • impianti di microcogenerazione
  • colonnine di ricarica autoveicoli elettrici;

Se l'edificio è sottoposto a vincolo beni culturali / paesaggio, o se gli interventi sono vietati dai regolamenti urbanistici comunali, il Superbonus è riconosciuto per gli interventi 'trainati', indipendentemente dagli interventi 'trainanti', purché sia ottenuto il miglioramento di due classi energetiche o comunque il raggiungimento della classe energetica più alta.

 

VALORE DEL BENEFICIO FISCALE

In funzione dell'intervento effettuato il beneficio fiscale ammonta per ogni unità immobiliare (intesa come edificio unifamiliare o nel caso dei condomini, come appartamento) a quanto segue:

A) Cappotto con isolamento termico per almeno il 25% della superficie disperdente dell'edificio, la detrazione è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a:

  • euro 50.000 per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari situate all'interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall'esterno;
  • euro 40.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l'edificio per gli edifici composti da due a otto unità immobiliari;
  • euro 30.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l'edificio, per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari.

B) Impianto Riscaldamento

b1) Condominio, parti comuni degli edifici: Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, raffrescamento, fornitura di acqua calda sanitaria, a condensazione, a pompa di calore, ivi compresi anche gli impianti ibridi , geotermici, anche abbinati all'installazione di impianti fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo, ovvero con impianti di microcogenerazione o a collettori solari, nonché esclusivamente per i comuni montani non interessati dalle procedure europee di infrazione n. 2014/2147 del 10 luglio 2014 o n. 2015/2043 del 28 maggio 2015 per l'inottemperanza dell'Italia agli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE, l'allaccio a sistemi di teleriscaldamento efficiente, definiti ai sensi dell'articolo 2, comma 2, lettera tt), del decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102. La detrazione di cui alla presente lettera è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a:

  • euro 20.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l'edificio per gli edifici composti fino a otto unità immobiliari;
  • euro 15.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l'edificio per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari ed è riconosciuta anche per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell'impianto sostituito;

b2)Edificio unifamiliare o sulle unità immobiliari situate all'interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più 6/5 accessi autonomi dall'esterno per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti:

  • con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria, a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto prevista dal regolamento delegato (UE) n. 811/2013 della Commissione, del 18 febbraio 2013, a pompa di calore, ivi compresi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all'installazione di impianti fotovoltaici di cui al comma 5 e relativi sistemi di accumulo di cui al comma 6,
  • con impianti di microcogenerazione, a collettori solari o, esclusivamente per le aree non metanizzate nei comuni non interessati dalle procedure europee di infrazione n. 2014/2147 del 10 luglio 2014 o n. 2015/2043 del 28 maggio 2015 per l'inottemperanza dell'Italia agli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE;
  • con caldaie a biomassa aventi prestazioni emissive con i valori previsti almeno per la classe 5 stelle individuata ai sensi del regolamento di cui al decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 7 novembre 2017, n. 186;
  • con teleriscaldamento, esclusivamente per i comuni montani non interessati dalle procedure europee di infrazione n. 2014/2147 del 10 luglio 2014 o n. 2015/2043 del 28 maggio 2015 per l'inottemperanza dell'Italia agli obblighi previsti dalla direttiva 2008/ 50/CE, l'allaccio a sistemi di teleriscaldamento efficiente, definiti ai sensi dell'articolo 2, comma 2, lettera tt), del decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102.
  • La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo delle spese ammonta fino ad un massimo di euro 30.000 ed è riconosciuta anche per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell'impianto sostituito.
  • Ristrutturazione antisismica, purché gli edifici non siano ubicati in zona sismica 4 o superiore, il riconoscimento del bonus fiscale ammonta fino a un massimo di 96.000 € per unità immobiliare.

 

PER TUTTI GLI INTERVENTI sono richiesti:

  1. Miglioramento di almeno 2 Classi energetiche o comunque il raggiungimento della Classe energetica più alta, documentato con l'Attestato di Prestazione Energetica APE, redatto ante e post intervento, da Tecnico Abilitato.
  2. Visto di Conformità, rilasciato, su richiesta del beneficiario, da CAF, Commercialista Esperti Contabili, ecc. che attesti la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d'imposta.
  3. Asseverazione redatta, timbrata e firmata da Tecnico Abilitato, che attesti i requisiti tecnici necessari ai fini dell'accesso alle agevolazioni del Superbonus e la congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi effettuati.

L'Asseverazione è compilata on-line nel portale informatico ENEA, in esecuzione alle indicazioni degli Allegati A, B, C, D, E, F, G, H, I, del Decreto Requisiti Ecobonus (Requisiti Tecnici).

Il Tecnico Abilitato redige l'Asseverazione utilizzando i format ministeriali:

 

CONTROLLI E SANZIONI

  • L'ENEA è l'Ente incaricato di svolgere i controlli a campione, nel limite minimo del 5% delle Asseverazioni presentate e di queste il 10% sono sottoposte a controllo documentale ed a controllo in sito.
  • L'ENEA trasmette alla Direzione Generale del MISE le risultanze, per l'avvio degli eventuali provvedimenti sanzionatori.
  • La Direzione Generale del MISE irroga ai Soggetti che rilasciano Asseverazioni infedeli la sanzione di da euro 2.000 a euro 15.000 per ciascuna asseverazione infedele resa.
  • L'ENEA trasmette al MISE ed al MEF l'elenco delle Asseverazioni prive del requisito di veridicità per lo svolgimento delle attività che comportano la decadenza dal beneficio.
  • L'Agenzia delle Entrate, a seguito dei controlli dai quali risultino irregolarità procedurali, effettuerà il recupero del bonus + l'applicazione degli interessi e della sanzione, direttamente nei confronti del Soggetto beneficiario titolare, fermo restando il correlato coinvolgimento sanzionatorio degli Attori del processo, in concorso di violazione della normativa.

Il nuovo provvedimento attuativo dell'Agenzia delle Entrate fornisce poi le istruzioni per l'esercizio delle opzioni (cessione credito o sconto in fattura) relative alle detrazioni spettanti per interventi di ristrutturazione edilizia, recupero o restauro della facciata degli edifici, riqualificazione energetica, riduzione del rischio sismico, installazione di impianti solari fotovoltaici e infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, utilizzando il relativo modello.

SCARICA il Provvedimento Attuativo dell’Agenzia delle Entrate

COMPILA il form qui di seguito:





Modulo di Contatto
Dichiaro di aver letto la norma sulla PRIVACY (Regolamento UE 2016/679 applicabile dal 25 Maggio 2018) e acconsento al trattamento dei miei dati al fine di ricevere informazioni in seguito alla mia richiesta e a fini commerciali.
Acconsento al trattamento dei miei dati al fine di ricevere newsletter.