FAQ per comprendere i fondamenti del SUPERBONUS

Caricamento in Corso

FAQ per comprendere i fondamenti del SUPERBONUS


Una raccolta di domande e risposte per rimanere sempre aggiornati

Il Decreto Legislativo 19 maggio 2020 n. 34, il cosiddetto Decreto Rilancio, prevede un Ecobonus del 110% per lavori di ristrutturazione edilizia realizzati in ottica di miglioramento delle prestazioni energetiche della propria abitazione.

L’argomento è ormai diventato il centro di gravità permanente su cui ruotano praticamente tutti gli interessati al mondo dell’edilizia: contribuenti che vogliono ristrutturare, professionisti che devono occuparsi della fase progettuale, consulenti che devono verificare la conformità della documentazione, imprese che devono eseguire i lavori e banche che devono prevedere prodotti per la cessione del credito.

Quadro normativo e prassi

  • Quali sono le norme di riferimento?

    Articoli 119 e 121 del decreto legge 34/2020 (Decreto Rilancio), convertito con modificazioni dalla legge 77/2020.

  • Quali sono gli interventi esplicativi dell’Agenzia delle entrate?

    – Circolare 24 dell’8/8/2020;

    – Guida L’Agenzia informa Superbonus 110% ;

    – FAQ pubblicate sul sito istituzionale:

    – Provvedimento prot. 283847 dell’8/8/2020.

  • Quali sono i decreti attuativi del Decreto Rilancio utili ai fini del Superbonus?

    Decreto asseverazioni: è un decreto del MISE, reperibile sul sito istituizionale del Ministero,

    in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale;

    Decreto requisiti tecnici: è un decreto del MISE, di concerto con MEF, Ambiente e MIT,

    reperibile sul sito istituzionale del Ministero, in attesa di pubblicazione in Gazzetta

    Ufficiale.

In cosa consiste l’agevolazione

  • In cosa consiste il Superbonus?

    È un’agevolazione che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio

    2020 al 31 dicembre 2021 a fronte di specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di

    interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di

    veicoli elettrici negli edifici. Le nuove misure si aggiungono alle detrazioni previste per gli interventi di recupero del patrimonio

    edilizio, compresi quelli per la riduzione del rischio sismico (c.d. Sismabonus) e di riqualificazione

    energetica degli edifici (cd. Ecobonus).

  • Quali sono gli interventi agevolabili?

    L’agevolazione spetta, a determinate condizioni, per le spese sostenute per interventi effettuati suparti comuni di edifici, su unità immobiliari funzionalmente indipendenti e con uno o più accessiautonomi dall’esterno, site all’interno di edifici plurifamiliari, nonché sulle singole unità

    immobiliari. In particolare, il Superbonus si applica alle spese sostenute dal 1° luglio al 31

    dicembre 2021, per le seguenti tipologie di interventi (c.d. “trainanti”).

  • Quali sono gli interventi trainanti?

    – interventi di isolamento termico sugli involucri edilizi, con un’incidenza superiore al

    25% della superficie disperdente lorda dell’edificio

    – sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni

    – sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle

    unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti

    – interventi antisismici: la detrazione già prevista dal Sismabonus è elevata al 110%

    per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

  • Quali sono gli interventi trainati?

    Il Sueprbonus spetta anche per altre tipologie di interventi (c.d. “trainati”), a condizione che siano

    eseguiti congiuntamente con almeno uno degli interventi trainanti:

    – di efficientamento energetico rientranti nell’ecobonus;

    – l’installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici;

    – l’installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica;

    – l’installazione contestuale o successiva di sistemi di accumulo integrati negli

    impianti solari fotovoltaici agevolati.

Unità immobiliari che hanno accesso

  • Su quante unità immobiliari posso effettuare interventi di efficientamento energetico?

    È possibile accedere al Superbonus per gli interventi trainati al massimo per due unità immobiliari.

    Il limite delle due unità non si applica invece alle spese sostenute per gli interventi effettuati sulle

    parti comuni dell’edificio (vedi art. 119 comma 15 bis del Decreto Rilancio).

  • Un immobile sottoposto a vincolo dal Codice dei beni culturali può accedere al Superbonus?

    Sì, per gli immobili sottoposti a vincolo dal Codice dei beni culturali e del paesaggio per i quali non

    sia possibile effettuare gli interventi trainanti, il Superbonus spetta per qualunque opera che

    migliora la prestazione energetica di due classi o, se ciò non è possibile, fa conseguire la classe

    energetica più alta, nei limiti di quanto previsto per gli interventi di risparmio energetico di cui

    all’articolo 14 del D.L. n. 63/2013, cd. Ecobonus.

 Esclusioni

  • Quali esclusioni operano?

    Il Superbonus non spetta per interventi effettuati su unità immobiliari residenziali appartenenti alle

    categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli).

     

MC Energy organizza spesso interessanti Pomeriggi di approfondimento su varie tematiche legate all’ecobonus rivolti ai Professionisti che operano nel settore. Resta aggiornato sui prossimi eventi.

Partecipa al prossimo EVENTO – WEBINAR gratuito  “ECOBONUS 110%: Speciale CONDOMINI

COMPILA IL FORM DI CONTATTO PER MAGGIORI INFORMAZIONI:





Modulo di Contatto
Dichiaro di aver letto la norma sulla PRIVACY (Regolamento UE 2016/679 applicabile dal 25 Maggio 2018) e acconsento al trattamento dei miei dati al fine di ricevere informazioni in seguito alla mia richiesta e a fini commerciali.
Acconsento al trattamento dei miei dati al fine di ricevere newsletter.